Farra d'Isonzo

Vaccini: presidi Fvg in stand by, serve chiarezza su azioni

Presidi in stand by in Fvg dopo la scadenza del 10 marzo, data entro cui i bambini dovevano mettersi in regola con le vaccinazioni pena l'esclusione da scuola o la multa. "Non siamo dei gendarmi", ma sul nostro territorio "non c'è chiarezza sul da farsi", dice la presidente regionale dell'Associazione nazionale presidi, Teresa Tassan Viol. "In settimana ci incontreremo tra presidi per decidere una linea comune". Nei giorni scorsi la Regione Fvg, dotata di anagrafe vaccinale, aveva diramato un protocollo a scuole e asl in cui invitava le scuole a non escludere dopo il 10 marzo nessun bambino di nidi e istituti dell'infanzia e dava tempo fino al 10 maggio alle aziende sanitarie per trasmettere i dati sulle vaccinazioni alle segreterie delle scuole. "E' giusto che i presidi del Fvg, in accordo con l'Ufficio scolastico regionale, adottino una linea comune", afferma l'assessore regionale alla Salute Sandra Telesca, che precisa: "la direzione centrale Salute ha dato non disposizioni ma indicazioni".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie